Terrarium

Un tutorial per un piccolo angolo verde in casa, in ufficio, ma anche da regalare.

Non sono una grande fan del pollice verde, ma sulle piantine in questione ho molte possibilità che possano vivere più a lungo, per la serie…”ti piace vincere facile!”

IMG_20150427_105426

Anche se piante grasse, cactus e succulente in generale, sono piante parecchio resistenti, hanno comunque bisogno di cura;

ti metto in elenco alcuni primi suggerimenti per il terrario:

  • Scegliere piante che restino piccole e che non fuoriescano dal terrario;
  • scegliere piante che prediligano l’ombra;
  • scegliere piante che sopportano l’umidità;
  • almeno inizialmente scegliere piante poco costose e che crescano più rapidamente;
  • se si sceglie un tipo di vaso senza chiusura ermetica, ricordare di innaffiare le piante.

Anche l’angolo della casa dove dovrà essere sistemato il terrario è importante; cerca di prediligere un posto dove arrivi una grande quantità di luce indiretta e in stanze riscaldate, cercando di evitare sbalzi di temperatura e alte temperature.

Dopo aver fatto tesoro di questi brevi consigli, ecco i materiali necessari alla realizzazione di questo Terrarium:

  1. Un vaso in vetro di forma qualsiasi e delle dimensioni più comode per te, a seconda del posto dove vorrai posizionarlo. Puoi scegliere un vaso aperto ma anche un barattolo con chiusura ermetica;
  2. Terriccio leggero e drenante;
  3. Sassolini o ghiaia;
  4. Muschio se riuscite a trovarne.
  5. Elementi decorativi a piacere.

IMG_20150427_121000

Questo l’ordine da seguire per poter riempire il vaso.

Quindi alla base i sassolini ed eventualmente del carbone attivo (lo trovi nei negozi per acquari), che hanno la funzione di drenare. Sui sassolini andrà il muschio che assorbe l’acqua in eccesso, quindi il terriccio per circa 5/8 cm; infine le piantine che hai scelto, scava un pochino nel terriccio e crea lo spazio per la piantina, poi ricopri tutto e livella.

IMG_20150427_105549

Sulla parte superiore ho decorato con della sabbia, esiste anche colorata, e dei sassolini più grandi raccolti in spiaggia.


Note

Se il terrario lo hai creato in un vaso aperto ricordati di innaffiarlo 1 o 2 volte a settimana.

Se il terrario lo hai creato in un contenitore ermetico, l’umidità che andrà a crearsi basterà alla piantina, eventualmente se ti accorgi che soffre un pò, innaffiala 1 volta al mese.


Buon inizio settimana, W.B.

Tag: #questolhofattoio #wonderbaba

Instagram: @wonderbaba22

Annunci

14 pensieri su “Terrarium

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...